Mi è successa una cosa molto bella che mi entusiasma e mi appassiona molto, da quando mi sono rialzato dopo la mia malattia stanno accadendo cose bellissime.
Spero sarete felici per me e che mi seguirete in questa mia nuova avventura, invece di odiarmi come è successo a molti dopo la pubblicazione del mio libro.
Così come spero che la mia storia sia utile per capire che, anche se si arriva al limite di noi, con la forza di volontà ed il coraggio si può ricominciare…se non si molla mai.
Nei giorni scorsi mi ha contattato Radio Millennium per un progetto molto figo che sta partendo, mi hanno chiesto di fare una trasmissione in diretta tre mattine alla settimana dalle 7,30 alle 8,30.
I miei aforismi diventeranno i RADIOAFORISMI DEL GIORNO, la mia ora di trasmissione sarà motivo di riflessione e confronto con chi vorrà mandarmi un SMS a cui io rispondero’ in diretta.
Ogni giorno si parlerà di un argomento diverso… amore, vita e tanto altro, proprio come facciamo ogni giorno sulle mie pagine FB, nel gruppo e su instagram.
Ad accompagnare il vostro risveglio insieme a me ci sarà anche tanta bellissima musica.
La nuova radio Millennium sarà una radio online un po’ fuori dagli schemi ( ZERO REGOLE non a caso ) al progetto parteciperanno personaggi già conosciuti in altre radio, ma anche nuovi talenti scoperti sul web, che proporranno diverse rubriche molto interessanti, che so amerete.
Non sapete quanto onore è per me questa nuova esperienza che mi permetterà di far conoscere i miei aforismi e le cose che scrivo a tante persone.
lo faccio con il cuore e per la passione per il mio scrivere che mi ha salvato la vita, che ormai mi trasporta ovunque….e per il far riflettere e aiutare gli altri che mi ha sempre dato la forza di non smettere di lottare…. nuove sfide sono il mio pane…
Questa nuova avventura partirà lunedì prossimo alle 7,30, la radio è già on line 24 su 24…per ascoltare Radio Millenium cliccate qui.

http://www.millenium-center.it/radio.html

Si dovrebbe vivere delle proprie passioni e delle proprie emozioni, amare e rispettare se stessi, non cercare a tutti i costi l’amore o qualcuno con cui stare per non stare soli, perché se ne sente il bisogno.
Si può provare amore per tante cose belle, la vita è piena di bellezze da amare, di cui riempirsi e godere e di sensazioni da scoprire e assaporare…l’amore non è necessariamente solo in due…
È probabile che, se si vive e basta di tutto quello che ci piace e ci fa stare bene, sia l’amore che prima o poi ti trova…e se accade, magari proprio mentre non lo stavi cercando, può essere che sia amore vero.
La rincorsa affannosa ai rapporti, a qualcuno con cui dormire e svegliarsi, con cui condividere soprattutto i problemi, con cui fare figli e mettere su famiglia e tutti i voglio, voglio, voglio, voglio, e miglia di aspettative e desideri, portano, a volte ad accontentarsi di chiunque.
Così si incontrano persone sbagliate e solo perché siamo noi ad esserci innamorati le vogliamo cambiare, o pretendiamo che ci amino come noi desideriamo.
Oppure si incontra chi ci ama davvero, ma siamo noi a non provare lo stesso trasporto, si rimane, pensando di non riuscire a trovare niente di meglio, o qualcun’altro per cui provare forti sentimenti, che possa amarci davvero come desideriamo…
Si sprecano vite per anni in rapporti trascinati nell’abitudine fino allo strazio, alla distruzione, la vita passa e indietro non si può tornare. Anni di vita pieni di sporcizie, bugie e tradimenti, per salvarsi e darsi qualcosa per sopravvivere, per poter sopportare, per non morire, o solo perché manca il coraggio di ricominciare…
Dovremmo renderci conto che l’amore è una cosa unica, rara e preziosa, non capita ogni giorno con chiunque, difficile l’amore, quello vero, da trovare…tra le cose più difficili e complicate in due vite.
Ci vuole coraggio e non è per tutti.
In un’esistenza non si può avere tutto per forza, tutti vorremmo anche la salute, stare bene sempre, la bellezza, il successo, ma per esempio ci si ammala e la vita cambia senza averlo minimamente previsto.
Così è la vita, bastarda e imprevedibile, bisogna accettarla.
La società ha disegnato modelli che identificano l’amore: due persone si amano se si sposano, se mettono su famiglia, se comperano una casa e fanno figli, se condividono i problemi e le disgrazie.
Quante persone avete conosciuto davvero innamorate e felici per tutta la vita relegate in queste situazioni?
Se il mondo è finito così, qualcosa che non ha funzionato deve pur esserci, bisogna ammetterlo.
L’ amore può essere anche questo, ma non è detto che sia per forza solo e soltanto la famiglia del mulino bianco, l’amore è un sentimento talmente immenso, delicato, puro e raro, che non si può descrivere, non si può incatenare in una schema o in un percorso stabilito, non si può limitare a delle regole che chissà chi ha deciso, alle tradizioni come simbolo dell’amore a cui il mondo senza troppo ragionare ha creduto.
Questo è il grande sbaglio, questo ha reso tante persone infelici e senza amore.
L’amore è amore, e deve essere libero, libero di essere vissuto in infiniti modi, ognuno ha il suo modo di amare e di vedere l’amore, come il cuore detta e l’anima sente e per il tempo che dura…senza confini o regole, senza imposizioni, perché il più grande dono è trovarsi.
Ogni essere umano evolve con il tempo, cambia, ciò che desidera oggi non è detto che sia ciò che desidererà domani, le gabbie obbligate uccidono il cambiamento e la libertà di provare ciò che davvero si sente, uccidono la libertà di rimanere per amore, solo e soltanto per amore.
Amate la vita e vivete…lasciate perdere cio che la società impone, la vita è vostra…. questo mi sento di dirvi…siate consapevoli.
Consapevoli che a volte ciò che abbiamo immaginato e desiderato e che ci hanno lasciato credere e venduto non sempre esiste. La consapevolezza è uno dei più grandi traguardi di un essere umano, a volte fa male, ma salva l’anima, ti permette di provare ad andare oltre, oltre la tristezza dei rapporti obbligati, di cui in troppi si accontentano, oltre le favole di principi e principesse a cui in troppi hanno creduto, così lontane dalla realtà e dall’unica felicità possibile nell’unica vita che abbiamo.

L’ho scritta stanotte, negli ultimi quattro anni ho scritto un aforisma al giorno, non so nemmeno come ho fatto, a volte li rileggo e mi stupisco, mi commuovo, non so neanche come escono da me…
Credo sia una delle frasi sull’amore più belle e vere che ho scritto.

Bisogna imparare ad amarsi…bisogna imparare a lasciarsi…diceva una canzone l’anno scorso a Sanremo…
Credo che sia una delle più grandi verità su cui realmente riflettere…
” CONSAPEVOLEZZA ” grande punto d’arrivo per esseri umani adulti intelligenti.
Gli amori iniziano, a volte durano, troppe volte non si ama in due nello stesso modo, anzi, quasi sempre è così, ad ogni storia che inizia, si pensa che sia la più grande storia d’amore della vita, ma poi, nel percorso, ci si accorge di non essere fatti l’una per l’altra, oppure ad uno dei due l’amore passa…è la natura incontrastabile degli istinti…
Cosa c’è di male in questo? capita a tanti, per questo si devono odiare, crocifiggere e voler vedere morte le persone che non ci hanno amato o che hanno smesso di amarci?
A volte si sta male anche se non si riesce più ad amare chi abbiamo amato, o ci si distrugge se si finisce a tradire, sapendo che la persona con cui si sta non lo merita, ma succede, è l’amore, così immenso a volte e così tanto debole e passeggero…
Tutti nel bello degli inizi fanno promesse, quando tutto è meraviglioso è facile, ma sono cose che si sentono in quel momento, non per questo se ad uno dei due passa e certe promesse non si riescono a mantenere, si puo obbligare l’altro a rimanere, a provare cose che non desidera o non prova più, potrebbe capitare anche a noi…tenere qualcuno nella propria vita obbligandolo a rimanere per motivi infami è una delle cose più ignobili dei sentimenti, non ammettere che l’amore sia passato e comprendere, perdonare, lasciar andare, solo perché noi amiamo e vogliamo essere amati da quella persona, è una condanna per noi stessi e per gli altri devastante.
Se ragionassimo in maniera lucida e coerente dovremmo essere noi a non voler obbligare chi non ci ama più a rimanere, dovremmo essere noi, se non ci sentiamo amati come vorremmo, a non voler vivere con chi soffoca accanto a noi e non è più felice…
A volte siamo codardi, semplicemente non vogliamo ammettere di dover soffrire, di dover ricominciare tutto, di dover lasciare andare chi ha smesso di amarci perché noi, nonostante tutto, ancora proviamo amore…
La disgrazia dell’amore è che non si può comprare, non si può far tornare, non si decide quanto può durare, quanto può resistere, l’amore è in due…si deve sentire nel cuore…
Se a volte provassimo a guardare le cose con consapevolezza ed onestà, capiremmo anche che può essere che siamo stati noi che non siano stati capaci di farci amare, ma questo, per rabbia, poche volte viene tenuto in considerazione…
Rabbia rancore, distruzione, non servono a vivere meglio, siamo tutti cosi, pieni di sbagli, chi è davvero sincero tanto da dire, ” sto per tradirti me ne vado ” oppure appena si rimane attratti da altri ” sai mi piace un’altro/a, non ti amo piu ”
Ci caschiamo per migliaia di fattori dati dalla vita, dai sentimenti, dalle nostre evoluzioni, facciamo del male a chi magari proprio non vorremmo, a volte si rimane proprio per il dispiacere di dover far del male, o per infiniti motivi, i debiti, i figli, le famiglie, il giudizio del mondo intorno, si finisce per far peggio e vivere una vita d’inferno, ma nessuno è immune da sbagli.
Si fa fatica a pensare che se noi stessi sbagliamo possono sbagliare tutti, ho visto persone diventare cattive con chi ha smesso di amare, ho visto persone piangere per il dolore di aver smesso di amare chi non lo meritava, l’amore non si compera, come dico sempre l’amore è una delle più grandi cose per noi esseri umani, ma anche una delle peggiori tragedie…
Lasciamo l’amore libero di sopravvivere quando si prova, rispettiamo l’amore mentre lo sentiamo nel cuore e rispettiamo l’amore quando passa, senza tragedie che durano una vita, senza la rabbia che distrugge ogni cosa…
Anche il rispetto verso un’amore che è stato, che per colpa di nessuno a volte non si prova più è una grande dimostrazione d’amore, di intelligenza e di rispetto verso i sentimenti…verso gli altri…verso noi stessi…
( Marco.S )

Ho letto il tuo libro Marco e sono empaticamente entrata all’ interno delle tue pagine come fossero il rivestimento della mia pelle, per non dire che anche io scrissi tanto tempo fa dei pezzi di vita vissuta che non ho avuto il coraggio di far leggere a nessuno, non per vergogna, neanche per un senso di non discernimento, semplicemente le mie emozioni sono le mie, mi appartengono e non volevo attenzionare nessuno, questo era quello che mi dicevo fra me e me, perché mi reputavo non priva di contenuto, ma che il mio essere non era importante , figlio di nessuno, un niente di niente meritevole di attenzionare riflessioni, racconti che ho lasciato in sospensione alla ricerca di quel qualcosa che ho capito leggendo le tue riflessioni, i tuoi aforismi, il tuo essere veramente degno di essere ascoltato con il cuore , sì perché tu vai letto con il cuore degli occhi, era questo pezzo del puzzle della verità che mi mancava e che manca a quei lettori che criticano
o che non comprendono il senso del tuo lavoro e il tuo desiderio di arricchirci l’ animo .
Una persona semplice, buona d’ animo e umile come te, con un vissuto degno di altissimo rispetto non poteva che esternarci la sua forza motivazionale
solo facendoci entrare nelle pagine del suo libro e svegliare quella parte di noi, vera e unica, che va uscita fuori senza paure.
Questa è la forza dell’ amore che si è e che la si deve donare con ogni mezzo a disposizione, perché è creatività di buona speranza e il vissuto di un’ anima è il vissuto di tutti, ed appartiene a tutto il mondo
che si deve appartenere nell’ amore per ciò che si fa, non tenendosi appartati, ma tenendosi per mano e mettere da parte l’ ignoranza arricchendosi di bene umano con tutte le nozioni, citazioni, opinioni, ammissioni di verità, onesta’, sincerità, solidarietà e complicità ,
unione d’ intenti per il bene comune senza congetture o limiti invalicabili e fare luce traendo dal profondo spirito animico i veri valori che ci alimentano la coscienza nella consapevolezza evolutiva che si può rispecchiare tra le righe del tuo libro con un pizzico di ironia che non guasta mai, ma decisamente sensibilzzante seppur agli antipodi e paradossalmente in contrasto al conformismo
di uno scrittore,quale tu sei, controcorrente, con Zero Regole, ma di positività infinita.
Grazie Marco Stringaro

Vincenza Laface

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: